limone costiera amalfitana
Giu27

Il limone di Amalfi: qualità costiera garantita!

Gastronomia 0 comments

Giallo come il limone della Costiera Amalfitana

limone costiera amalfitanaOggi vi parliamo del limone, ma non di un frutto qualunque: quello della Costiera Amalfitana.

Ricordate il gioco “Color color”?

Ma sì, quello per cui vanno pazzi tutti i bambini dove c’è una strega che insegue e mangia tutti a meno che non si tocchi il colore che ha menzionato.

Beh, il giallo è stato da sempre di difficile reperibilità per ogni bambino che si rispetti che abbia praticato questo gioco.

In Costiera Amalfitana la questione è diversa: qui il giallo è il colore principe, lo si ritrova in ogni dove. Il giallo dei limoni enormi della Costiera incanta tanto i turisti quanto gli indigeni del luogo che vanno fieri dei loro prodotti con giustificato campanilismo!

Il prodotto emblema della Costiera Amalfitana detto anche “di pane” per il grande quantitativo “bianco” di cui è dotato, dà vita a meraviglie conosciute in tutto il mondo.

Crema di limoncello, limoncello, delizia e deliziosa, ma anche granite, sorbetti, gelati e gustosi cioccolatini senza dimenticare prelibatezze come l’olio d’oliva aromatizzato. Che dire poi dei profumi e delle saponette per cui i turisti spenderebbero follie? Tutto questo e molto altro deriva dalla produzione e dalla lavorazione del limone d’Amalfi che si fregia del marchio IGP e che viene altresì definito “limone sfusato”. Ricca di vitamina C e di oli essenziali, la meraviglia della natura della Costiera Amalfitana è ottima consumata in qualsiasi modo, dall’aperitivo al digestivo!

I colorati giardini che abitano i terrazzamenti vista mare sono un vero e proprio spettacolo a cielo aperto:  Amalfi, Atrani, Cetara, Conca dei Marini, Furore, Maiori, Minori, Positano, Praiano, Ravello, Scala, Tramonti e Vietri sul Mare offrono il loro fertile terreno alle coltivazioni di limoni, da sempre orgoglio della terra che incantò persino Ulisse.

Del resto, come non restarne incantati? Colori, odori e sapori… Tutto contribuisce, perdonateci il gioco di parole, a stordire i sensi, ma ovviamente nel senso buono!

Cosa dire dunque, a quanti vivono lontani dai terrazzamenti della Costiera più bella d’Italia?

Beh, forse è il caso di dare loro un consiglio chiaro e succinto: “Magnatevi ‘o limone!” ma mi raccomando… Che sia quello di Amalfi IGP!

Francesca Martire